Archaeometallurgy of Lombard swords. From artifacts to a history of craftsmanship

Copertina del volume

Volume 1 di 1
80 pagine

Editore:
All'Insegna del Giglio - Firenze - 1998

Isbn: 88-7814-129-1

Testo privo di immagini e di riferimenti ai numeri di pagina originali.
Cliccare sui titoli in Indice per scaricare il testo in formato pdf.
Secondo gli accordi con l'editore, questo volume (in versione integrale) è disponibile per la sola consultazione, pertanto non è consentita né la stampa né la copia di testi e immagini.

Abstract:

La questione longobarda, il più generale problema del passaggio e della trasformazione dei mezzi e dell'organizzazione della produzione fra tardo antico e alto medioevo, vengono trattate in questo volume con particolare attenzione alle tecniche della manifattura del ferro. Le diverse tradizioni fabbrili del mondo romano e di quello germanico sono state messe a confronto all'interno del più generale contesto dell'interazione culturale fra eredità del mondo classico e Barbaritas. Ancora, attraverso le analisi metallurgiche, effettuate su due campioni prelevati da due differenti spade della necropoli longobarda di Hegyko (Ungheria), è stata approntata una comparazione con i dati provenienti da spade prodotte in Italia (necropoli longobarda di Benevento – resi disponibili da Marcello Rotili nel 1977) in modo da valutare la presenza di eventuali soluzioni di continuità fra le tecniche produttive utilizzate in Italia e quelle del periodo precedente. Inoltre, la ricostruzione dei processi produttivi di tali oggetti e l'indagine delle scelte tecniche effettuate, nonché il confronto con le altre fonti disponibili, sia scritte che archeologiche, hanno contribuito a delineare il quadro tanto dell'ambiente interno, più strettamente connesso alla storia tecnologica del prodotto, quanto di quello esterno, ovvero il contesto etnico-sociale, intorno ai quali ruotavano le vite degli artigiani che effettivamente produssero tali spade.

Per acquistare: Pagina web del volume