Vol. VI: Pienza

Copertina del volume
Autore:
Felici, Cristina (a cura di)

Volume 1 di 1
368 pagine

Editore:
Nuova Immagine Editrice - Siena - 2004

Isbn: 88-7145-203-6

Testo gentilmente fornito dalla casa editrice Nuova Immagine.
Cliccare sui titoli in Indice per scaricare il testo in formato pdf.
Secondo gli accordi con l'editore, questo volume (in versione integrale) è disponibile per la sola consultazione, pertanto non è consentita né la stampa né la copia di testi e immagini.

Abstract:

Le ricerche condotte sul territorio di Pienza dal 1996 al 2003 hanno rappresentato una fonte di notevole incremento nelle conoscenze archeologiche e storiche. Il forte potenziale è stato confermato e accresciuto dai risultati delle campagne topografiche. I ritrovamenti hanno permesso di giungere a una nuova lettura delle dinamiche del popolamento delle società che si sono succedute dal Neolitico alla tarda età medievale. Sul fronte della ricerca, le prospettive dell’applicazione di nuove tecnologie all’indagine archeologica può trovare in un contesto quale quello di Pienza la giusta base per ulteriori esperienze.

Indice

I. Il territorio di Pienza

1. Caratteri generali, p. 7

2. Aspetti geologici, morfologici, habitat paesaggistici, p. 9
2.1 - Lineamenti geologici regionali, p. 9
2.2 - Aspetti morfologici e stratificazioni paesaggistiche, p. 10

3. Le crete della Val d’Orcia, p. 13
3.1 - Caratteri peculiari, p. 13
3.2 - Coltivazione e popolamento delle crete nei secoli passati, p. 14
3.3 - Le crete della Val d’Orcia e il territorio di Pienza oggi, p. 16


II. Storia degli studi

1. La ricerca archeologica, p. 17
1.1 - Ottocento e Novecento, p. 17
1.2 - Gli ultimi cinquant’anni, p. 18

2 - La ricerca storica, p. 19
2.1 - Ricerche di carattere generale, p. 19
2.2 - La città di Pienza e Pio II, p. 21

3 - Fonti documentarie, p. 23
3.1 - Edite, p. 23
3.2 - Inedite, p. 27

Studio sul libro preparatorio della Tavola delle Possessioni del burgus de Fabbrica, p. 27


III. Considerazioni sulle notizie storico-archeologiche note

1. Ipotesi preliminari , p. 35

2. Preistoria, p. 36

3. Protostoria, p. 37

4. Periodo etrusco, p. 37

5. Periodo romano, p. 40

6. Medioevo , p. 42


IV. Metodologia di lavoro

1. Strategia, p. 47

2. Strumenti dell’indagine - multimetodologia di intervento, p. 49


V. Attività di ricerca sul campo

1. Realtà della ricerca di superficie delle ricognizioni, p. 57

2. Condizionamenti del terreno e tecniche d’indagine, p. 58

3. Categorie interpretative, p. 61

4. Indagini mirate allo studio delle fasi altomedievali: la questione della corrispondenza fra dato archivistico ed emergenza di superficie, p. 62


VI. Schedario topografico, p. 65
(schede da 1.1 a 69.2; da 70.1 a 200.1; da 201.1 a 347.1)


VII. Materiali

1. Metodo di schedatura, p. 213
1.1 - Ceramica, p. 213
1.2 - Metalli e vetri, p. 218
1.3 - Monete, p. 219
1.4 - Reperti litici, p. 219

2. Repertorio delle forme ceramiche e altri materiali, p. 219
Fase 1. Preistoria (Paleolitico generico e Neolitico), p. 219
Fase 2. La ceramica etrusca, ( di Valeria Acconcia), p. 219
Fase 3. I secolo a.C. - III secolo d.C., p. 227
Fase 4. IV secolo d.C. - inizi VII secolo d.C., p. 232
Caratteri delle forme ceramiche di IV-VI secolo d.C. a Pienza, p. 232
Fase 5. XIII - XV secolo d.C., p. 234

3. Monete antiche, p. 248

4. Monete medievali, p. 249

5. Reperti litici, p. 250

Tavole, p. 251


VIII. Modelli di popolamento del territorio di Pienza dalla Preistoria al Bassomedioevo

1. Preistoria e Protostoria, p. 299

2. Periodo etrusco, p. 302

3. Periodo romano, p. 309

4. Medioevo, p. 320


Appendice
F. Pileggi, C. Felici, Il Cabreo della grancia del Castelluccio (1763), p. 339



Bibliografia, p. 343


Indice dei toponimi, p. 359

 

Per acquistare: Sito web dell'editore